Medina di Fès, splendore ritrovato

di
Medina di Fès © Salah Ghrissi

Medina di Fès © Salah Ghrissi

Dopo un grande lavoro di ristrutturazione, 26 siti storici della medina di Fés tornano al loro antico splendore: il cuore della città santa del Marocco, patrimonio dell’umanità dal 1981, ha un nuovo look tutto da vivere e scoprire.

Grazie al programma di risanamento voluto da Re Mohammed VI, sono stati investiti oltre 55 milioni di euro: così da ripristinare i luoghi più caratteristici e rappresentativi del cuore cittadino.

Tra loro: il mausoleo Sidi Hrazem del XII secolo, la scuola coranica Seffarine costruita nel 1208, le mederse Sbaiyine e Sahrij del XIV secolo, i ponti storici Khrachfiyine e Terrafine del X e XI secolo, le strade di Bab Boujloud, Tallaa Seghira e Saffah.

Per favorire commercianti e visitatori, nella medina di Fès sono state montate più di 254 tende tradizionali sulle botteghe e installate tettoie in giunco sopra i vicoli per creare zone d’ombra durante le stagioni più calde.

Inoltre ottanta porte in ferro sono state rimpiazzate con quelle legno di cedro e altre 150 sono state ristrutturate facendo risaltare i materiali originari con cui sono state fabbricate.

Nella grande opera di restauro della medina di Fès è stata inclusa la biblioteca Quaraouiyine con la sua recente apertura al pubblico, oltre alle concerie di Ain Azliten, Sidi Moussa e Chouara.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Medina di Fès, splendore ritrovato"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...